Export agroalimentare piemontese ancora in crescita

di Stefano Cavaletto, IRES Piemonte

Il settore agroalimentare piemontese nel 2017 ha esportato prodotti per oltre 5,4 miliardi di €. La crescita rispetto all’anno precedente, secondo i dati diffusi da Istat, è del 10,3%, per un valore di poco superiore ai 500 milioni di €.
Il comparto economicamente più importante è l’industria delle bevande (trainato dal vino) il cui export nell’ultimo anno è cresciuto dell’11,8% superando gli 1,6 miliardi di €, pari al 29% del totale.

Il settore agricolo piemontese, ormai da molti anni, si è orientato verso un’organizzazione produttiva che importa materie prime ed esporta prodotti trasformati. Le tendenze degli ultimi anni rafforzano questa impostazione osservando un aumento parallelo del valore delle importazioni di prodotti agricoli (+26% nel triennio 2014-2017) e delle esportazioni di prodotti dell’industria alimentare (+14,9% nel triennio 2014-2017).

Il settore primario risulta quindi importatore netto (-1,86 miliardi di € il saldo commerciale) dovendo acquistare soprattutto materie prime per l’industria dolciaria e delle bevande (cacao, caffè ecc). A queste si sommano inoltre molti prodotti ortofrutticoli provenienti da paesi più caldi come Spagna e Nord Africa e i capi bovini destinati alle aziende di ristallo, in particolare dalla Francia e da alcuni paesi dell’Est Europa. Di minore rilevanza le esportazioni pari a 0,47 miliardi di €. L’87% di esse ricade nella categoria delle colture permanenti ovvero frutta fresca e frutta a guscio.

Diverse le cifre che riguardano l’industria alimentare, le cui esportazioni ammontano a 5,0 miliardi di € contro gli 1,79 miliardi delle importazioni. Tra questi ultimi i prodotti del settore lattiero caseario (0,28 miliardi di € pari al 15,6%) risultano essere i più acquistati e sono sostanzialmente stabili (+3% nell’ultimo anno dopo un calo nel biennio precedente), seguiti dalle bevande che invece registrano un deciso aumento (+25% nell’ultimo anno).
Tra i prodotti esportati, oltre alle bevande, si segnalano ottimi andamenti anche per i prodotti da forno (+9,5% nell’anno e +22% nel triennio) e per i lattiero caseari (+9,6% nell’anno e +5% nel triennio).

Nel complesso aumentano, quindi, sia le importazioni (+5,2%) che le esportazioni (+10,3%) ma grazie a queste ultime, il saldo della bilancia commerciale segna un attivo, nel 2017 di 1,36 miliardi di €.

 

export 2017
Fonte: Elaborazione IRES su dati Istat